Bioedilizia: risparmia nel presente, proteggi il futuro

Aggiornamento: 1 mar

Cosa significa scegliere di vivere in una casa sostenibile?

Pensare in ottica di sostenibilità è un discorso tutt'altro che banale, poichè comporta pensare, progettare produrre e usare prodotti e srvizi in termini di un uso razionale ed eco friendly di ogni risorsa.

Una casa sostenibile è perciò un mix di comfort abitativo, volto a certificare la messa in pratica di tutti i principi cardini della bio edilizia, ovvero, vivere con lo sguardo rivolto al rispetto per l’ambiente.



L’economia circolare in una casa sostenibile si esprime attraverso scelte importanti per l'habitat terrestre in termini di:

  • ricerca specifica dei materiali utilizzati

  • usufruire solo quanto è utile al fabbisogno energetico reale

  • consumo idrico parsimonioso

  • dislocazione geografica ottimizzata

Nelle abitazioni del futuro, non dovrebbero perciò mancare sistemi di gestione e automazioni, volte a garantire i risparmi energetici già previsti per le città intelligenti, così come dovrebbero essere inclusi impianti per l’autoproduzione elettrica.

Secondo Idee Green se dovessimo descrivere le caratteristiche in termini di bio edilizia, i principi di una casa sostenibile sono essenzialmente 10, ma che visto che parliamo di risparmio, possiamo ottimizzarli racchiudendoli in sole 8 caratteristiche essenziali:


  1. Una casa sostenibile deve necessariamente poter basare i propri consumi sull’utilizzo di fonti rinnovabili, ciò significa installare pannelli solari grazie ai quali è possibile produrre acqua calda e sopperire a tutti i bisogni privati domestici. Se questi poi vengono abbinati ad una macchina frigorifera, ecco che ci parla di solar cooling, sistema grazie al quale è possibile rinfrescare la casa in estate.

  2. Risparmio energetico, in particolare concentrandosi sul sistema di illuminazione che ad oggi rappresenta il 20% del consumo di elettricità globale. Innanzitutto è importante spendere qualche centesimo in più per poter dotare la propria abitazione di lampade LED o investire sulla domotica grazie alla quale è possibile regolare timer e sensori interni, evitando inutili sprechi. Altro elemento da tenere in considerazione è l’etichetta energetica all’atto di acquisto di un prodotto, gli elettrodomestici in Classe A consentono infatti un risparmio energetico importante per l’ambiente ma anche per la propria bolletta.

  3. La progettazione architettonica deve necessariamente prevedere una buona coibentazione dell'edificio, garantendo un buon isolamento dell’abitazione abbassando di conseguenza il fabbisogno energetico, ciò significa puntare in alto in termini di scelta di materiali di costruzione, pensando di spendere qualcosa in più oggi con il la sicurezza di risparmiare da domani.

  4. La scelta di infissi di qualità consente un risparmio elettrico della casa pari al 33% del fabbisogno annuo, e di conseguenza concentrarsi quindi su una scelta intelligente rivolta all’isolamento termico generico dell’abitazione e/o dell’edificio.

  5. La corretta gestione dei rifiuti domestici fa la differenza. Purtroppo in Italia è stato stimato che solo il 50% dei cittadini si impegna nella raccolta differenziata dei propri rifiuti. Una casa sostenibile prevede al suo interno degli spazi creati appositamente per rendere semplice la raccolta differenziata.

  6. Evitare gli sprechi idrici è di vitale importanza, poiché nell’arco di una giornata vengono consumati quasi 300 litri di acqua, dunque in un’abitazione sostenibile sarebbe importante non solo preferire la doccia alla vasca da bagno ma soprattutto dotare ogni rubinetto di appositi soffioni a risparmio idrico e, perchè no, prevedere la presenza di cisterne per la raccolta dell’acqua piovana.

  7. Prendendo come esempio gli edifici urbani, sarebbe importante che questi vengano dotati di spazi verdi, in particolare oggi vengono promossi i tetti verdi intensivi o estensivi in grado di regalare anche un’aria pulita a chi abita l’edificio.

  8. La collocazione geografica dell’edificio è altresì importante, il 30-40% della superficie dovrebbe essere orientato a sud, così da poter evitare fenomeni di surriscaldamento nel periodo estivo ed assicurarsi una fonte di calore naturale in quello invernale.

Il design respect oggi è caposaldo della green policy, per iniziare a risparmiare in termini di emissioni ambientali ma anche per assicurare un risparmio al proprio portafoglio.



Ci sono colossi energetici in grado non solo di auto produrre energia sostenibile ma di portarla nelle case italiane non solo in termini di energia.

Uno di questi è Edison, il quale può permettersi di proporre offerte allettanti per le tasche degli italiani, in quanto non deve acquistare l’energia da un terzo per immetterla nel mercato, bensì è un vero e proprio produttore di energia pulita, in grado di poter assicurare offerte in grado di ffar risparmiare il consumatore che blocca il prezzo a 24 mesi il 40% sulla materia prima gas e il 30% per la componente energetica.

Per maggiori informazioni sulle offerte di Edison clicca qui

Be1 Energy rimane sempre connessa per potervi aggiornare sul trend del mercato energetico


20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti