L'inquinamento termico, conoscerlo per salvare salute ed economia

Aggiornamento: 13 gen

Con inquinamento ambientale si intende l’immissione di elementi fisici dannosi nel territorio, ovvero di sostanze che si sono rivelate nocive in quanto non degradabili e portatrici di importanti ripercussioni nelle dinamiche atmosferiche, e che avendo un impatto negativo sul pianeta generano anche conseguenze pericolose nella vita dell’uomo.



L’inquinamento ambientale è dunque un’alterazione dell’habitat terrestre in senso negativo e può avvenire per cause naturali o per azione diretta delle scelte errate dell’essere umano, in ogni caso si tratta di avvenimenti che hanno un potenziale dannoso per la salute degli abitanti del globo.


Conoscere le diverse tipologie di inquinamento e quelli che sono i rischi, è importante così da fare scelte sane e consapevoli per la salute dell'ecosistema ma anche per un altro importante fattore in gioco: quello economico.


Noi oggi ci soffermeremo sull inquinamento termico, in quanto questo ha delle ricadute sempre più evidenti sul riscaldamento globale la cui causa purtroppo è totalmente attribuibile ad origine antropica, il noto effetto serra è infatti causato dalle scelte delle attività umane, come la deforestazione, l’industrializzazione ed ovviamente l’utilizzo di materie prime come i combustibili fossili.



Non è un caso se oggi, i fenomeni atmosferici siano diventati sempre più intensi ed estremi, e nell’elenco dei fattori negativi bisogna necessariamente inserire lo spopolamento di alcune aree del pianeta, l'estinzione di specie appartenenti sia alla fauna che alla flora, il rischio idrogeologico e la siccità.


Le conseguenze come detto precedentemente, sono preoccupanti anche dal punto di vista economico, infatti lo scioglimento dei ghiacciai e l’innalzamento del livello del mare hanno già generato crisi in specifici settori, come la pesca, l'agricoltura ma anche nel turismo, specialmente nelle zone in cui le coste sono state soggette all’erosione, al punto che, secondo Energit tra il 1980 e il 2016 le perdite economiche causate dai fenomeni climatici hanno toccato i 433 miliardi di euro.

Secondo Schroders società erogante servizi per la gestione internazionale di capitali, nel primo decennio degli anni 2000 il danno causato dalle alluvioni ha fatto registrare perdite fino a $1,2 miliardi.

Nel report del Wordl Economic Forum Davos 2020 addirittura un intero capito ha visto come protagonista il danno economico causato dai bruschi cambiamenti climatici, la stima riportata riguarda una previsione fino al 2060 in cui il PIL globale avvertirà le ripercussioni legate ai cambiamenti climatici ogni anno che pesrà tra l’1% e il 3%.

Inoltre se la temperatura del globo dovesse continuare ad aumentare, mantenendo i ritmi annuali, nel 2100 l’intero PIL globale accuserà un calo del valore del 7% rispetto a quello del 2000, in particolare, la Cina accuserà un -4,3% mentre l’Europa un -4,6%

A livello concreto, nella quotidianità, il cittadino medio vedrà perciò scendere il suo stipendio del 75%, dato quest'ultimo che si riferisce ovviamente ai paesi industrializzati e dunque ricchi, i paesi poveri invece, vedranno l’aumento dei flussi migratori, in gran parte dovuti alla desertificazione dei territori di provenienza.




Per capire come contrastare l'inquinamento termico è utile elencare quelle che sono le sue fonti principali: come la deforestazione e l'inaridimento del suolo, la massiccia urbanizzazione e ovviamente il riscaldamento delle abitazioni e delle costruzioni del settore industriale, l’inquinamento atmosferico, la presenza di centrali elettriche.

Ovviamente non possiamo pensare di rinunciare al riscaldamento delle abitazioni, o ai progressi tecnologici ottenuti dalla genialità della mente umana, tuttavia vi sono delle accortezze che possono essere messe in atto al fine di ridurre i rischi e limitare i danni.


Tra questi vi è la scelta di produzione e utilizzo di fonti di energia rinnovabile sia all’interno delle abitazioni che delle costruzioni aziendali, Edison in questo caso offre soluzioni green volte non solo ad avere il massimo rendimento con un gran risparmio energetico, ma anche mirate a tutelare l’ambiente grazie agli investimenti nel fotovoltaico, una governance insomma fondata interamente sulla sostenibilità.

Per conoscere le offerte e le soluzioni che il colosso dell’energia pulita offre, clicca qui

Be1 rimane sempre connessa per offrirti informazioni sull'onda dell'inovazione e della sostenibilità



13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti